Bonus sociale luce e gas dal 1° aprile arrivano i nuovi importi e sono più bassi

Il bonus sociale per disagio economico applicato sulle bollette elettriche, gas e idriche si riduce. A partire dal 1° aprile termina, infatti, l'aumento che era stato deciso per aiutare le famiglie indigenti o con disagio fisico.

Il Bonus Sociale per disagio economico è uno sconto applicato in modo automatico sulle bollette elettriche, gas e idriche ai nuclei familiari che hanno una dichiarazione ISSE valida e con importo sotto la soglia stabilita. Il Bonus viene concesso per 12 mesi, su una sola fornitura per ogni tipo di servizio (elettrico, gas e idrico) e ne hanno diritto anche le famiglie che abitano in un condominio.

Requisiti ISEE

  • non è superiore a 9.530 euro per famiglie con massimo 3 figli a carico;
  • non è superiore a 20.000 euro per le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico.

In caso di fornitura diretta

  • la fornitura (ossia il contratto elettrico/gas/idrico) è intestata a uno dei componenti il nucleo ISEE. Attenzione: se il contratto è intestato a un altro soggetto (es. proprietario di casa, se l’abitazione è in affitto) il bonus non viene riconosciuto;
  • la fornitura ha una tariffa per uso domestico (per il servizio idrico deve essere uso domestico residente);
  • la fornitura è attiva (significa che il servizio è in corso di erogazione) o momentaneamente sospesa per morosità.

in caso di fornitura centralizzata

  • La fornitura condominiale di gas o di acqua è utilizzata in locali abitativi ed è attiva (il servizio deve essere in corso di erogazione). Per il servizio idrico, altro requisito necessario per ottenere il bonus è che il nucleo deve essere intestatario di una fornitura elettrica attiva e domestica.

Per ottenere il bonus bisogna presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e ottenere un'attestazione ISEE. Se il valore dell’ISEE è sotto la soglia prevista e ci sono tutti i requisiti previsti e verificati, il bonus viene riconosciuto per 12 mesi. Attenzione perché ogni anno il nucleo familiare dovrà presentare una nuova DSU per ottenere nuovamente il bonus per i successivi 12 mesi. Ogni nucleo familiare ha diritto a un bonus per disagio economico per la fornitura elettrica, a uno per la fornitura gas e uno per la fornitura idrica.

Bonus elettrico

Il valore del bonus sociale elettrico è quantificato da Arera e dipende dal numero di componenti del nucleo familiare indicati nella DSU, e lo sconto applicato è uguale ogni mese (per i 12 mesi dell’anno in cui se ne ha diritto). Quindi in ogni bolletta si trova lo stesso sconto (es. se la fattura è emessa ogni 2 mesi, e lo sconto mensile è pari a 15 euro, in ogni bolletta troverà 30 euro di riduzione per bonus sociale).

A partire dal primo aprile, il bonus annule ammonta a:

  • 142,74 euro (11,70 euro mensile) per un nucleo familiare composto da 1-2 componenti;
  • 183,00 euro (15,00 euro mensile) per un nucleo familiare composto da 3-4 componenti;
  • 201,034 euro (16,50 euro mensile) per un nucleo familiare composto da oltre 4 componenti.

Bonus gas

ll valore del bonus sociale gas è quantificato da Arera e non è uguale ogni mese: lo sconto è diverso a seconda della stagione in cui viene riconosciuto. Infatti, ogni 3 mesi il valore del bonus gas cambia, ed è più alto nel periodo invernale in cui si consuma più gas, e più basso nei mesi estivi in cui il consumo è minore. In questo modo le fatture invernali diventano più “leggere”.  

Il valore del bonus sociale gas dipende:

  • dal numero di componenti del nucleo familiare indicati nella DSU;
  • dall'uso che si fa del gas (acqua calda sanitaria e/o cottura cibi, uso riscaldamento, oppure entrambi i tipi di utilizzo);
  • dalla zona climatica in cui è localizzata la fornitura.

Bonus acqua

Il bonus acqua garantisce uno sconto pari a 50 litri/abitante/giorno: questo significa che per una famiglia di 4 persone sono scontati 200 litri ogni giorno.

Il valore del bonus idrico, a differenza di quello del bonus elettrico e gas, non è uguale per tutte le famiglie (in quanto le tariffe idriche non sono uniche a livello nazionale), ma cambia in base all'area geografica in cui si trova la fornitura agevolata. Quindi, per sapere quale sia il valore dell'agevolazione, gli utenti dovranno consultare il sito del proprio gestore idrico (di norma il soggetto che invia la fattura), verificare quali siano le tariffe applicate per il servizio idrico e calcolare l'importo del bonus a cui hanno diritto (moltiplicando 50 litri al giorno per il numero di componenti della famiglia anagrafica).
Lo sconto è applicato per il servizio di: 

  • acquedotto; 
  • fognatura; 
  • depurazione. 

In alternativa, è possibile contattare il call center dello Sportello per il consumatore Energia e Ambiente di ARERA - numero verde 800 166 654, che potrà fornire assistenza nella verifica della correttezza dell'agevolazione applicata.

Tempistiche

Forniture dirette energia elettrica e gas: il bonus viene riconosciuto in bolletta dopo 3-4 mesi circa dalla data di attestazione ISEE. 

Forniture dirette acqua: il bonus viene riconosciuto in bolletta dopo 6-7 mesi circa dalla data di attestazione ISEE. 

Forniture condominiali centralizzate gas: per ottenere il bonus sociale è necessario inviare il codice PDR affinché il SII (Servizio Informativo Integrato) possa cercare la fornitura condominiale. Nel caso in cui il sistema non trovi una fornitura diretta (intestata a uno dei componenti del nucleo ISEE), viene inviata al cittadino che ha compilato la DSU, una lettera con la quale si chiede di comunicare il PDR del condominio in cui si abita (se si usa il gas metano per il riscaldamento). Questo codice deve essere richiesto all'amministratore dello stabile in cui si trova l'abitazione. I contatti per comunicare con l’amministratore di condominio sono riportati in una targhetta posizionata all’esterno dello stabile (solitamente vicino ai citofoni, o vicino al portone principale di ingresso). Dopo l’invio del PDR, se l’esito delle verifiche sulla fornitura centralizzata è positivo, il cittadino riceve una successiva comunicazione che lo avvisa di andare a ritirare il bonifico presso un qualsiasi ufficio postale presente sul territorio nazionale.

Forniture condominiali centralizzate acqua: viene erogato direttamente dal gestore, se le verifiche di ammissibilità sono positive, entro 60 giorni che decorrono da quando il gestore ha ricevuto i dati del SII. Il bonus viene erogato del Gestore idrico territorialmente competente, con assegno o altra modalità extra-bolletta individuata dal medesimo Gestore intestato al soggetto dichiarante della DSU.

Se sei in difficoltà e desideri una consulenza sulle bollette di luce e gas, telefona allo 041/5330832 - 833 oppure invia una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per prendere un appuntamento.